Moira Ricci Trebbia astronave

installazione permanente
7 Agosto – 15 Settembre 2021

“Un giorno ho chiesto a mio padre di aiutarmi a costruire un’astronave. L’abbiamo disegnata, progettata e abbiamo iniziato a costruirla, servendoci di una vecchia trebbiatrice parzialmente incendiata. Prima si è unito mio fratello, poi un cugino, lo zio, il vicino di casa, gli amici, tutti partecipi della missione”.
In questo modo l’artista Moira Ricci ha innescato un processo di costruzione collettiva, più di una trentina di agricoltori delle terre tra Fonteblanda, San Donato, Collecchio vengono coinvolti per raccontare quanto definitivo sia il processo di allontanamento dell’uomo dalla terra. «Mi sono accorta, racconta l’artista, che la mia generazione ha ormai un rapporto molto debole con la terra, il cielo e tutto quello che la natura ci dà. Da qui una narrazione nella quale una vecchia mietitrebbia si trasforma in un’astronave, con la quale una nuova generazione potrà ironicamente partire per un altrove, dove trovare la speranza di ricominciare».

 

Moira Ricci (1977) vive e lavora in Toscana. La sua ricerca, spesso autobiografica, spazia dalla fotografia, al video, alle installazioni per indagare l’identità culturale e sociale, la propria storia familiare, la propria casa e il legame con il territorio, intrecciando spesso l’invenzione tecnologica con la sua naturale appartenenza popolare.